FILMATO sul 3° INCONTRO del 15 Aprile 2011 (clicca)

Maurizio Spaccazocchi insegna Pedagogia della Musica al Conservatorio "G. Rossini" Pesaro,
Metodologia dell'Ed. Musicale e Teoria Musicale a Scienze della Formazione Primaria Università  di Urbino.

Laboratorio
LA SCUOLA RI-CREA-ATTIVA
Musiche, suoni e parole per la ri-crea-azione dei linguaggi nella scuola secondaria e primaria

PREMESSA
La scuola primaria, oggi, ha bisogno di essere intesa anche come quel territorio ideale in cui è ancora possibile pro-muovere incontri plurilinguistici, come uno spazio in cui i diversi saperi cooperano per produrre risultati ed eventi mirati essenzialmente a sviluppare intelligenza creativa ed emotiva, logica e fantastica.
Questo è lo scopo primario dei nostri incontri-laboratorio di formazione: giungere a risvegliare e rinnovare l’interesse e il piacere di com-prendere sia da parte degli educatori e, di conseguenza, da parte anche dei loro alunni.

OBIETTIVI
Offrire agli educatori della scuola primaria una ricca serie di attività ri-crea-attive mirate a sviluppare capacità, competenze e piaceri in merito alla lingua scritta e parlata, e a tutti i possibili collegamenti multidisciplinare che questa permette nel momento in cui è abbinata al linguaggio musicale.

CONTENUTI
I suoni della parola e della musica come eventi provocatori di creazioni e fantasie, di deduzioni ed elaborazioni, di ragionamenti e di emozioni, saranno proposti come l’humus sul quale dare origine a creazioni:
• di filastrocche, di storie, di poesie e di fiabe;
• di un teatrino di azioni motorie, mimi, drammatizzazioni e di burattini;
• di intonazioni e recitazioni vocali connessi con gli apprendimenti linguistici;
• di creazioni musicali basate sui concetti della grammatica della fantasia , ecc.
Ogni attività sarà sempre e comunque frutto della cooperazione di più linguaggi, di più mentalità, di più capacità operative (corporee, linguistiche, artistiche, sonoro-musicali, poetiche, ecc.). Una cooperazione, all’interno della quale, il linguaggio sonoro-musicale viene sfruttato come mezzo utile alla ri-creazione degli altri linguaggi e di se stesso.
Il tutto attraverso una didattica espressamente creata per il sapere, il saper fare, il saper far-fare e il saper essere della scuola.

METODOLOGIA
Ogni proposta di lavoro, ogni stimolo, ogni invito alla crea-attività sarà, sempre e comunque, presentato ed esposto prima al gruppo dal docente animatore, che fornirà uno o più esempi di lavoro, sulla base dei quali i vari sottogruppi giungeranno alla ri-crea-azione delle proposte in base ai loro specifici saperi, interessi didattici e piaceri.
Le ri-crea-azioni al termine dei lavori dei sottogruppi saranno presentate e realizzate davanti al gruppo intero dei partecipanti.

VERIFICA
Trattandosi di un laboratorio attivo, oltre ad una verifica costante del lavoro dei docenti-animatori e delle capacità dei singoli partecipanti, ogni lavoro di ri-crea-azione dei vari sottogruppi, potrà pure essere interpretato come verifica finale delle unità didattiche proposte.

A chi è diretto?
Agli educatori della scuola primaria interessati a sviluppare competenze sulla parola intesa come atto fonetico, ritmico, intonativo e motorio, con lo scopo di giungere alla creazione di filastrocche, poesie, testi, storie e azioni motorie da abbinare alla musica.

 

LABORATORIO PER DOCENTI: LA SCUOLA RI-CREA-ATTIVA. N.3 INCONTRI

"LA SCUOLA RI - CREA - ATTIVA: MUSICHE, SUONI E PAROLE PER LA RICREAZIONE DEI LINGUAGGI NELLA SCUOLA SECONDARIA E PRIMARIA"
Condotto dal M° Maurizio Spaccazocchi e dalla Proff.ssa Manuela Mazzieri
Urbino - Cappella Ss. Sacramento - Via Valerio
Tre venerdì: 1, 8 e 15 aprile 2011.dalle ore 16 alle ore 19,30

 

 

Diploma rilasciato ai maestri partecipanti